Guida alla scelta del condizionatore: Split interno del condizionatore

Guida alla scelta del condizionatore

Un aiuto in più per avere le idee chiare sul condizionatore da scegliere

NOTIZIE PIÙ LETTE

Minipiscina: perchè non può mancare nel vostro giardino: Dettagli minipiscina idromassaggio
Consigli utili | 24 Giugno 2019

Minipiscina: perchè non può mancare nel vostro giardino

L’estate è tornata, come canta Tiziano Ferro, e insieme a lei il caldo. Abbiamo già visto come stare al fresco grazie ai ...

288

0

Il tanto agognato caldo è finalmente arrivato, c’è chi lo sopporta e c’è invece chi, almeno in casa o in ufficio, proprio non riesce a tollerarlo. Prepariamoci quindi ad affrontare l’estate in maniera adeguata scegliendo con cura un alleato: il condizionatore.

 

Differenza tra climatizzatore e condizionatore

 

Partiamo dalle basi, che differenza c’è tra climatizzatore e condizionatore? Ma non sono la stessa cosa? Assolutamente no! Spesso questi due termini vengono confusi o considerati sinonimi, ma non è così. C’è una sostanziale differenza tra i due dispositivi: il primo può riscaldare in inverno e rinfrescare in estate, il secondo può solamente raffreddare. Detto ciò, possiamo passare alla scelta del nostro condizionatore.

 

Tre categorie di condizionatori

 

Esistono tre tipologie di condizionatori: fissi, portatili e senza unità esterna.

  • Il condizionatore fisso è, forse, quello più noto. Si applica sulla parete della stanza da rinfrescare ed è composto da due pezzi: l’unità interna (detta anche split) si monta in casa e refrigera; l’unità esterna è il motore del condizionatore e sta, appunto, all’esterno. Questi due elementi devono essere collegati tra di loro, per questo si mettono uno all’interno e l’altro all’esterno della stessa parete.
  • Il condizionatore portatile sembrerebbe la scelta più comoda, in quanto ha delle rotelle per spostarlo da una stanza all’altra a seconda delle proprie esigenze. In realtà, non è così semplice come può sembrare, infatti, esso è dotato di un tubo flessibile dal quale, mentre è in funzione, esce l’aria calda. Per questo motivo bisogna fare dei fori al muro o alla finestra dai quali far uscire la tubatura.
  • Il condizionatore senza unità esterna è un compromesso tra i due precedenti. Come si può intuire, questo modello è formato da un solo dispositivo, non ha quindi il motore esterno. All’interno della stanza viene installato lo split, che svolge la funzione sia di unità interna, sia di quella esterna. Si dovranno comunque fare dei fori per far fuoriuscire l’aria in modo che si verifichi lo scambio termico.

 

Non aspettate troppo, venite a scegliere il vostro condizionatore

 

Non sottovalutate l’importanza di un buon condizionatore. Con questa miniguida speriamo di avervi chiarito, almeno in parte, le idee in modo che possiate passare un’estate al fresco!

0 commenti

Lascia un commento

tutti i campi sono obbligatori